Come piantare semi di erba.

Che tu sia un giardiniere esperto o un nuovo proprietario di casa che sta imparando a curare il prato, piantare nuovi semi di erba è un modo semplice per ottenere il prato che speravi. Sebbene seminare semi d‘erba sia abbastanza semplice, ci sono alcuni suggerimenti che dovresti seguire per avere il prato dei tuoi sogni.

Piantare semi di erba è un modo economico e soddisfacente per espandere lo spazio verde intorno alla casa o migliorare il prato esistente. Per godere di un impianto di erba di successo e di tutti i vantaggi offerti dalla semina, segui questi otto passaggi per far crescere un prato verde lussureggiante e invitante: .

I semi di erba possono essere piantati in primavera e in autunno con buoni risultati. Se stai pianificando una semina primaverile di semi di erba, non applicare prodotti per il controllo delle infestanti sull‘erba. Ritarda l‘applicazione del controllo delle infestanti fino a quando il seme dell‘erba non è germinato e l‘erba è stata falciata almeno 3 volte.

I semi dell‘erba devono essere annaffiati una o due volte al giorno finché non germogliano. Quanto e quanto spesso dipende da dove vivi e da com‘è il tempo, ma l‘obiettivo è mantenere lo strato superiore del terreno sempre umido. Quando le tue piantine sono alte circa un pollice, puoi passare all‘irrigazione a giorni alterni. Dopo alcune settimane, quando l‘erba si è stabilizzata, l‘irrigazione settimanale o bisettimanale dovrebbe essere sufficiente.

Mantenere i semi e le piantine dell‘erba costantemente umidi ma non inzuppati è fondamentale per il successo degli sforzi di semina dell‘erba. Innaffia le aree appena seminate due o tre volte al giorno con uno spray leggero per mantenere i semi umidi. Smetti di annaffiare quando iniziano a comparire pozzanghere sulla superficie del terreno. Una volta che i semi germogliano e le piantine di erba iniziano a crescere, passa gradualmente all‘irrigazione meno frequentemente ma più pesantemente. Riduci l‘irrigazione man mano che l‘erba diventa più alta e matura.

La maggior parte delle erbe preferisce il pieno sole (8+ ore di luce solare al giorno) e alcune erbe possono sopportare il sole parziale (4-6 ore di luce solare al giorno). Ma per le aree che ricevono 2-4 ore al giorno, la festuca fine è la scelta migliore per i climi settentrionali. Sfortunatamente, se hai un‘area che riceve meno di 2 ore di luce solare al giorno, potresti dover prendere in considerazione un diverso tipo di copertura del suolo.

Leggi di più...


Semi di zucca: benefici, nutrizione e consigli dietetici.

I semi di zucca forniscono anche una buona dose di antiossidanti, secondo una ricerca pubblicata su Food Chemistry nel 2013. La vitamina E e i carotenoidi nei semi di zucca aiutano a ridurre l‘infiammazione e proteggono le cellule dagli effetti dannosi dei radicali liberi presenti nell‘ambiente, aiutando così a proteggerti da invecchiamento precoce e malattie croniche.

Uno studio del 2005 ha scoperto che il consumo di un seme di zucca, come il seme di zucca, insieme a un carboidrato ha lo stesso effetto di un medicinale farmaceutico al triptofano. Pertanto, consumare semi di zucca insieme a una fonte di carboidrati prima di andare a letto può aiutare a migliorare l‘insonnia.

Non ho mai sentito parlare di un legame tra semi di zucca o olio di semi di zucca e acido urico, né c‘è stata alcuna ricerca che ho trovato che mostrasse una connessione tra i due. Detto questo, i semi di zucca, noti anche come pepitas, sono molto buoni per te.

I semi di zucca contengono molti antiossidanti come la vitamina E e i carotenoidi, che svolgono un ruolo fondamentale per una buona salute. Gli antiossidanti sono noti per ridurre i danni che i radicali liberi possono causare sul corpo che possono inibire le malattie, in particolare le malattie cardiovascolari.

Questi semi sono tipicamente piatti, piccoli e di forma ovale, che possono essere consumati senza il guscio esterno bianco. Questi semi di zucca sono molto ricchi di grassi sani, proteine, zinco, ferro, magnesio e molti altri nutrienti benefici per il nostro corpo. I semi di zucca arrostiti vengono consumati come spuntino.

Per un seme così piccolo, i semi di zucca sono pieni zeppi di vitamine, minerali, grassi sani, proteine ​​e persino un po‘ di fibre. E mentre di solito vengono venduti senza il loro guscio esterno, possono anche essere arrostiti e gustati con i gusci per un po‘ di fibra e croccantezza in più. Il risultato è uno spuntino delizioso che racchiude un forte effetto salutare.

Leggi di più...


Olio di semi di cotone: usi, effetti collaterali e possibili benefici.

I livelli di alimentazione consigliati di semi di cotone interi per le mucche mature sono lo 0, 5 percento del peso corporeo. A questo livello di alimentazione, l‘assunzione di grassi è regolata per rimanere al di sotto del 4% della dieta totale. Ciò consente al rumine di continuare a funzionare correttamente.

L‘olio di semi di cotone contiene solo il 18% di grassi monoinsaturi, ma il contenuto aumenta fino al 50% se parzialmente idrogenato. In teoria, l‘olio di semi di cotone potrebbe avere un effetto antinfiammatorio simile all‘olio d‘oliva. Questo può aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiache e migliorare i sintomi di condizioni infiammatorie, come l‘artrite.

Gli individui con una dieta arricchita con olio di semi di cotone hanno visto, in media, una diminuzione di circa l‘8% dei livelli di colesterolo totale. I loro livelli di colesterolo LDL sono diminuiti in media del 15% e i loro livelli di trigliceridi sono diminuiti del 30%.

La farina, i resti del seme dopo l‘estrazione dell‘olio, può essere resa sotto forma di fiocchi, pani o pellet, a seconda dell‘uso previsto. La farina di semi di cotone ha un alto contenuto proteico e svolge un ruolo importante come integratore dell‘alimentazione del bestiame e del foraggio naturale.

U. Si prevede che la produzione di cotone dell‘altopiano meridionale sia in calo in ciascuna regione della cintura di cotone rispetto alla stagione precedente. La maggior parte dell‘intera fornitura di semi di cotone va alle razioni lattiero-casearie, ma i produttori di carne bovina hanno l‘opportunità di utilizzare l‘ingrediente del mangime nelle loro operazioni, sfruttando la sua fibra efficace, il grasso disponibile e le proteine. 1 .

Dopo che il cotone è stato sgranato, i mulini riducono il seme a quattro prodotti: cagliate, scafi, olio di semi di cotone e farina. Su ogni tonnellata di semi di cotone ricevuta allo stabilimento, gli scafi rappresentano oltre il 25% del peso; petrolio, circa il 16 per cento; e pasto, 45 per cento. In termini di valore, l‘olio è il prodotto più significativo, seguito dalla farina, che di per sé vale più del valore combinato di scafi e cascami.

Leggi di più...


Ricette di semi di chia che non riguardano solo il budino.

Molti lettori hanno riferito che questo è un ottimo sostituto quando si desidera ardentemente la tapioca a causa della consistenza simile del budino. I semi di chia in realtà hanno un sapore minimo o nullo, quindi dipende davvero dal liquido e dal dolcificante che usi per aromatizzarlo e da come questo imita il budino di tapioca che potresti essere abituato a consumare.

Questo era sorprendentemente buono! Mi ricorda il budino di tapioca. Era dolce con un meraviglioso sapore di vaniglia. Ottimo con le fragole a fette! Anche il mio bimbo di 21 mesi un po‘ schizzinoso lo ha adorato e mi sento bene a regalargli un dolce come questo! Grazie!! .

Quando lasciati riposare in frigorifero ad addensarsi, i semi di chia diventano gelatinosi e assorbono il liquido. Quindi, anche se può sembrare che tu stia aggiungendo troppo liquido durante la preparazione, una volta lasciato addensare, i semi di chia assorbiranno il latte.

Immergere i semi nel latte di mandorle o nell‘acqua (1 / 4 di tazza di semi in 1 tazza di liquido) finché non assumono una consistenza gommosa che ricorda il budino di tapioca, per circa 20 minuti. I semi di chia ammollati possono essere conservati in frigorifero per un massimo di 5 giorni, quindi puoi prepararne una grande quantità all‘inizio della settimana.

Il budino di semi di chia viene preparato immergendo i semi di chia in liquidi come latte o latte di noci o succo per almeno 2 ore o durante la notte. I semi di chia assorbono il liquido e diventano gelatinosi. Una volta che i semi di chia si sono gonfiati dopo 2 ore o più, aggiungi frutta e noci e servi. Esistono molte varianti per preparare il budino di chia.

In un barattolo da 1 litro, unire il latte di mandorle con il nettare di agave. Chiudi il barattolo e agita per amalgamare. Aggiungi i semi di chia e la scorza di limone al barattolo, quindi chiudi e agita bene. Refrigerare fino a quando non diventa molto denso e simile a un budino, almeno 4 ore o durante la notte, agitando o mescolando di tanto in tanto. Servire il budino nelle ciotole.

Leggi di più...


Le piante di bambù possono essere coltivate con o dai semi?.

A differenza di molti tipi di erbe da prato comuni, la maggior parte delle piante di bambù raggiunge una fase riproduttiva matura solo dopo 10-60 anni di crescita, a seconda della specie. La maggior parte delle piante di bambù fiorisce solo una volta, morendo dopo essere andate a seminare la prima volta, anche se alcune possono sopravvivere e rifiorire.

Allo stesso modo, i semi di bambù sono facili da coltivare? I semi sono difficili da germinare e produrre piante, quindi i vivai di bambù spesso ne piantano migliaia alla volta per far germogliare solo alcuni. Sono anche illegali procurarsi semi al di fuori degli Stati Uniti.

Di solito, potresti vedere un germoglio entro 10 giorni da quando hai piantato. Se i semi non germinano in almeno 15-20 giorni, non preoccuparti! Il periodo di germinazione delle diverse specie varia. Quindi, se il tuo non germoglia così presto, non perdere subito la speranza! .

Non tutti possono coltivare con successo il bambù dai semi, soprattutto se le istruzioni non vengono seguite attentamente. Dovrebbero essere incluse istruzioni dettagliate con le piante che ordini, quindi dai un‘occhiata prima di iniziare. I semi dovranno essere avviati al chiuso e, una volta pronti, potrete metterli nel terreno all‘aperto.

Prima che i semi germoglino, possono sopravvivere diventando troppo secchi una volta o due, ma non appena germogliano, possono morire nel giro di poche ore se si seccano. Potresti vedere un germoglio entro 10 giorni dalla semina, anche se la maggior parte della germinazione avverrà dopo almeno 15 o 20 giorni.

Posiziona il tuo propagatore in un luogo in cui otterrà un‘ombra media. NOTA: Ovunque lo metti, non dovrebbe ricevere troppo sole diretto, anche una mini serra può raggiungere rapidamente le temperature di uccisione dei semi sotto il caldo sole diretto. Controlla quotidianamente il propagatore assicurandoti che il compost non si asciughi mai. Prima che i semi germoglino, possono sopravvivere diventando troppo secchi una volta o due, ma non appena germogliano, possono morire nel giro di poche ore se si seccano. Potresti vedere un germoglio entro 10 giorni dalla semina, anche se la maggior parte della germinazione avverrà dopo almeno 15 o 20 giorni.

Leggi di più...


0     1     2     3     4     5