Olio di semi di cotone: usi, effetti collaterali e possibili benefici.

I livelli di alimentazione consigliati di semi di cotone interi per le mucche mature sono lo 0, 5 percento del peso corporeo. A questo livello di alimentazione, l‘assunzione di grassi è regolata per rimanere al di sotto del 4% della dieta totale. Ciò consente al rumine di continuare a funzionare correttamente.

L‘olio di semi di cotone contiene solo il 18% di grassi monoinsaturi, ma il contenuto aumenta fino al 50% se parzialmente idrogenato. In teoria, l‘olio di semi di cotone potrebbe avere un effetto antinfiammatorio simile all‘olio d‘oliva. Questo può aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiache e migliorare i sintomi di condizioni infiammatorie, come l‘artrite.

Gli individui con una dieta arricchita con olio di semi di cotone hanno visto, in media, una diminuzione di circa l‘8% dei livelli di colesterolo totale. I loro livelli di colesterolo LDL sono diminuiti in media del 15% e i loro livelli di trigliceridi sono diminuiti del 30%.

La farina, i resti del seme dopo l‘estrazione dell‘olio, può essere resa sotto forma di fiocchi, pani o pellet, a seconda dell‘uso previsto. La farina di semi di cotone ha un alto contenuto proteico e svolge un ruolo importante come integratore dell‘alimentazione del bestiame e del foraggio naturale.

U. Si prevede che la produzione di cotone dell‘altopiano meridionale sia in calo in ciascuna regione della cintura di cotone rispetto alla stagione precedente. La maggior parte dell‘intera fornitura di semi di cotone va alle razioni lattiero-casearie, ma i produttori di carne bovina hanno l‘opportunità di utilizzare l‘ingrediente del mangime nelle loro operazioni, sfruttando la sua fibra efficace, il grasso disponibile e le proteine. 1 .

Dopo che il cotone è stato sgranato, i mulini riducono il seme a quattro prodotti: cagliate, scafi, olio di semi di cotone e farina. Su ogni tonnellata di semi di cotone ricevuta allo stabilimento, gli scafi rappresentano oltre il 25% del peso; petrolio, circa il 16 per cento; e pasto, 45 per cento. In termini di valore, l‘olio è il prodotto più significativo, seguito dalla farina, che di per sé vale più del valore combinato di scafi e cascami.

Il seme di cotone è un prodotto importante della produzione di cotone di montagna, dove in media vengono prodotte circa 700 libbre di semi da ogni balla di cotone da 480 libbre (Cotton Inc. ) Il seme di cotone intero è un ingrediente significativo nelle razioni di bestiame, mettendolo in competizione con altri mangimi, come mais, soia e suoi componenti schiacciati, e altri semi oleosi. Cotton Incorporated descrive un quarto dei semi di cotone interi degli Stati Uniti come venduto direttamente dalle sgranatrici come mangime per bestiame, e un altro quarto viene distribuito come mangime per bestiame dopo essere stato lavorato da un frantoio.

In quello che è noto come il \È economico e facilmente reperibile.

La qualità proteica della farina di semi di cotone è considerata bassa perché contiene circa la metà della quantità di lisina normalmente presente nella farina di soia. La lisina è essenziale per una corretta crescita e per un sistema immunitario sano, quindi la sua presenza è particolarmente critica nei mangimi destinati ai cavalli in accrescimento.

KR: Uno era trovare la giusta tecnologia di silenziamento genico. Il gossipolo è importante per la pianta del cotone, nel senso che protegge la pianta dall‘attacco degli insetti e da alcune malattie. Ma . a causa [del gossipolo] non possiamo utilizzare il seme. Quindi una cosa era trovare un gene che possiamo mettere a tacere, che poi eliminerà questo gossipolo solo dal seme.

Non è ancora finita: ci vorranno un paio d‘anni prima che ci sia abbastanza seme per una corsa su scala commerciale in un oleificio di semi di cotone, e dovrà essere raggiunto un accordo con un‘azienda sementiera disposta a commercializzare la caratteristica per i coltivatori di cotone in tutto il mondo.

Infine, anche i trattamenti di salvataggio fogliare sono un‘opzione. I trattamenti fogliari dovrebbero essere effettuati quando sono presenti tripidi immaturi e / o quando è presente un gran numero di adulti e si verifica un danno. Il cotone delle piantine in genere ha sempre qualche tripide adulto, ma l‘innesco del trattamento è la presenza di immaturi.

I moderni metodi di lavorazione e la produzione di varietà di cotone a basso contenuto di gossipolo hanno ridotto questo rischio. Tuttavia, prima di utilizzare grandi quantità di farina di semi di cotone nelle razioni dei cavalli, i proprietari di cavalli dovrebbero verificare che il contenuto di gossipolo rientri in un intervallo accettabile.

Gli scafi sono stati utilizzati per fornire foraggio grezzo nei mangimi sin dagli ultimi decenni del XIX secolo. Nei primi decenni dell‘industria dell‘olio di cotone venivano utilizzati anche come combustibile per i mulini. Le ceneri degli scafi erano utili come fertilizzante e potevano essere sbiancate per produrre liscivia per fare il sapone. Oggi, oltre al loro uso nei mangimi, gli scafi vengono utilizzati come pacciame, materiale da imballaggio e materia prima per varie industrie chimiche. Sono anche utili per ripristinare potassa e minerali nei terreni impoveriti.

\Inoltre, anche se il processo di estrusione ha ridotto la concentrazione di gossipolo libero ma non la concentrazione totale di gossipolo; pulcini da carne alimentati con farina di semi di cotone estrusi o farina di semi di cotone per mangimi hanno mostrato un aumento di peso corporeo ridotto, un aumento dell‘assunzione di mangime e un tasso di conversione del mangime inefficiente [166].

I pensieri sono contrastanti sul fatto che la farina di semi di cotone non trasformata debba essere somministrata ai cavalli, poiché può contenere quantità elevate di gossipolo, una tossina che si pensa leghi il ferro e interferisca con la digestione delle proteine. Il gossipolo potrebbe causare la morte improvvisa se ingerito in quantità sufficienti.