Come piantare e coltivare semi di palma.

tempo. Negli ultimi anni, c‘è stato un crescente interesse per le palme, commercialmente e da collezionisti privati, in tutto il mondo. Ciò ha contribuito a stimolare l‘interesse nell‘aggiungere una maggiore diversità nelle specie di palma disponibili per la coltivazione. Oggi, migliaia di persone appartengono a società di palme dedicate alla coltivazione delle palme nella coltivazione, all‘introduzione di nuove specie e alla protezione e propagazione delle palme in via di estinzione. Queste società si trovano in tutto il mondo, dall‘Australia a Seattle, Washington e dalla Florida alla Francia. Il Nevada meridionale è un buon esempio di come poche specie di palma che si prestano a una facile propagazione siano sovrautilizzate. Ci sono oltre 2. 500 specie di palme con più di 800 specie in coltivazione (Ellison e Ellison 2001). Più di 50 specie hanno un potenziale di coltivazione in un clima desertico come il Nevada meridionale, ma qui vengono comunemente utilizzate solo da 8 a 10 specie.

Poiché i semi di palma richiedono alte temperature di germinazione, è meglio seminare durante i mesi più caldi dell‘anno. Se la disponibilità di semi freschi rende questo difficile, la temperatura del suolo può essere aumentata utilizzando il calore inferiore sotto i contenitori di germinazione o coprendo i contenitori con plastica trasparente. Anche posizionare i contenitori su una superficie che trattiene il calore può aumentare le temperature di diversi gradi.

Riscalda i vasi con un tappetino per la germinazione impostato a 100 gradi Fahrenheit. Copri i vasi con una cupola di propagazione in plastica trasparente per trattenere il calore intorno ai semi. Lascia il tappetino di germinazione a 100 gradi per due settimane, quindi abbassa la temperatura a 85 gradi fino a quando non spuntano i germogli.

Osserva i primi germogli simili a erba in tre-otto settimane. Lascia il propagatore e il tappetino di germinazione in posizione fino a quando le piantine di palma da datteri raggiungono 2 pollici di altezza, quindi spegni il tappetino di germinazione. Rimuovere il propagatore due settimane dopo la germinazione.

Una volta che i semi germogliano, estraili delicatamente dal compost. Suggerimento: maneggia sempre le piantine per il loro seme che sarà ancora attaccato alle radici in questo momento. Prepara del compost fresco in vasi da 2 - 3 pollici (l‘argilla è la cosa migliore) e trasferisci ogni piantina nel proprio vaso piantandoli all‘altezza del loro colletto naturale.

Quando i semi sono germinati, li trasferisci in un piccolo contenitore di plastica con terriccio concimato di terriccio nero. Cresceranno nuove foglie ogni mese. Le giovani piantine rimarranno nel contenitore di plastica per circa 4-5 mesi. Quando la piantina inizia a far spuntare nuova foglia con due punte si può quindi iniziare a trapiantare in vivaio.

Pianta i semi in un terreno sabbioso ben drenato, usando un contenitore di 4 pollici di diametro, seminandoli di lato nel terreno. Conserva un terzo dei semi sopra il terreno e livellalo pigiando. Al termine, inumidisci il terreno con acqua. Infine, copri la pentola con un involucro di plastica per mantenere l‘umidità.

La polpa carnosa o fibrosa del frutto contiene spesso inibitori della crescita. Rimuoverlo prima di piantare migliorerà i risultati. I metodi per farlo variano in base alla quantità e al tipo di semi, ma la maggior parte inizia con un‘immersione preliminare in acqua di 48-72 ore. L‘ammollo fa fermentare la polpa, che la indebolisce per una più facile rimozione. Cambia l‘acqua ogni giorno durante l‘ammollo. I frutti leggermente immaturi dovrebbero essere riposti in un sacchetto di plastica ben chiuso e conservati in un luogo caldo per una settimana circa. Questo favorisce la maturazione e ammorbidisce la polpa esterna per la pulizia. A volte i semi devono essere ulteriormente immersi per ammorbidire la polpa, a volte no.

Trapianta la pianta in un grande contenitore, quando noti che emergono almeno tre o quattro serie di foglie. Sebbene le giovani piantine di palma non abbiano bisogno di fertilizzante nella fase di crescita iniziale, ma iniziano a nutrire la pianta con un fertilizzante liquido quando raggiunge la sua fase di crescita attiva.

I funghi prosperano nel calore e nell‘umidità necessari per una buona germinazione, quindi le attrezzature, gli impianti, i semi e il terreno di coltura devono essere mantenuti puliti per prevenire lo smorzamento e altri problemi di malattia. Potresti voler immergere i semi in un fungicida prima di piantare.

La profondità alla quale verranno seminati i semi di palma varia a seconda delle dimensioni del seme e della specie coltivata. Ancora più importante, le condizioni ambientali determinano la profondità della semina. Se il seme verrà germinato in pieno sole, di solito è necessario coprire il seme con un substrato in modo che non si secchi. Tuttavia, se il seme deve essere germinato all‘ombra, di solito è meglio seminarlo superficialmente. Nel caso di semi più grandi, ciò significa semplicemente premerli nel terreno in modo che la parte superiore del seme sia esposta. La frequenza dell‘irrigazione influenzerà anche la profondità di impianto. I semi germinati in pieno sole possono essere piantati più superficialmente se l‘irrigazione sarà abbastanza frequente in modo che il substrato non si asciughi.

Acclimata le piantine di palma da datteri al sole diretto alla fine della loro prima estate mettendole in una posizione sempre più luminosa per più ore ogni giorno. Coltivali in pieno sole per un anno intero per assicurarti che il loro apparato radicale sia forte e ben sviluppato prima di trapiantarli. Fornire acqua supplementare durante l‘estate e in inverno se non piove per più di due settimane.

Scegliere il bambù giusto per il posto giusto o la situazione giusta può essere complicato con così tante varietà diverse tra cui scegliere. Abbiamo una semplice guida per aiutarti a scegliere il bambù per la copertura, il bambù per i climi costieri, il bambù per i contenitori, il bambù per l‘ombra, il bambù per la copertura del suolo, il bambù con culmi spessi o persino il bambù con qualità colorate. Leggi la nostra guida.

Tagliare a mano il frutto a metà. Scegli il seme grande e appuntito. Immergere il seme in una ciotola d‘acqua per 24 ore per ammorbidire la polpa. Scegli e scarta tutti i semi che galleggiano in superficie perché probabilmente non sono vitali. Strofinare delicatamente e sciacquare i semi che affondano sul fondo.

Puoi ottenere semi di palma da sago da un vivaio o raccoglierli dagli alberi in fiore all‘inizio dell‘autunno. Indossa sempre i guanti prima di toccare un palmo di sago, poiché tutte le parti della pianta sono tossiche. Il suo frutto ha dimensioni simili, simili a una noce, di colore arancio o rosso. Per verificare quali semi sono impollinati, mettili in una ciotola di acqua tiepida. I semi che iniziano a galleggiare (poiché mancano dell‘endosperma, necessario per la riproduzione) li scartano. Scegli semi che affondano nell‘acqua, poiché sono buoni per l‘uso.

Le palme da sago sembrano piccole palme, ma non sono vere palme e in realtà appartengono alla famiglia delle cicadee. Tutte le parti della pianta della palma da sago sono tossiche, ma la maggior parte della tossina della palma da sago che colpisce cani e gatti è concentrata nei semi o nelle noci. La tossina provoca irritazione gastrointestinale già 15 minuti dopo l‘ingestione di parti di palma da sago, seguita da danni al fegato.

Se scartare o meno un lotto di semi fortemente infestati e danneggiati dipende dalla loro rarità e dalla tua capacità di ottenerne di più. Per semi molto rari, quando anche una sola germinazione potrebbe essere preziosa, piantala. Ricorda, tuttavia, con semi fortemente infestati, specialmente in grandi quantità, c‘è il pericolo di introdurre parassiti nel tuo vivaio. Bilanciare questo rischio con l‘opportunità di propagare i semi e seguire le procedure di trattamento sopra descritte.

Trapiantare le palme da dattero in contenitori per vivai da 1 gallone pieni di terriccio a base di sabbia. Coltivali in condizioni calde e luminose all‘aperto, ad esempio vicino a un muro esposto a sud leggermente ombreggiato. Fornire 2 pollici di acqua settimanalmente durante la loro prima estate.

Le palme situate in aree ad alto traffico dovrebbero avere i loro baccelli rimossi mentre i baccelli sono in fiore e prima che fruttifichino. I detriti dalla caduta di frutti e baccelli sono un potenziale pericolo e di solito provocano un disordine sgradevole sul terreno.

Trapianta le palme da dattero nel paesaggio o in fioriere permanenti all‘inizio dell‘estate del loro secondo anno. Coltivali in pieno sole in terreno sabbioso e drenante. Fornire acqua supplementare per i primi anni nel terreno per promuovere una crescita rapida.

Posiziona i vasi dove riceveranno dalle sei alle otto ore di luce solare intensa e filtrata ogni giorno, ad esempio all‘interno di una cornice fredda, su un portico riparato o al chiuso vicino a una grande finestra. Proteggi i vasi dal sole diretto a mezzogiorno per evitare che la miscela di cocco si asciughi troppo rapidamente.

Innaffia il terriccio finché non è umido a una profondità di 1 o 2 pollici. Metti la pentola in un sacchetto di plastica e annoda la parte superiore del sacchetto per sigillare l‘umidità. Posiziona la pentola insaccata in una zona calda della casa, ad esempio vicino a un serbatoio per lo scaldabagno. Per ottenere i migliori risultati, la temperatura della pentola dovrebbe essere compresa tra 86 e 95 gradi Fahrenheit.

Taglia un campione dei semi. L‘endosperma dovrebbe essere solido e il minuscolo embrione dovrebbe riempire la sua camera (situata a un‘estremità del seme). Se l‘endosperma è morbido e spugnoso; o l‘embrione avvizzito, scolorito o assente; o se il tegumento sembra essersi deteriorato, allora il seme probabilmente non è vitale (Figura 4). I semi di cocco vitali si spanderanno in modo udibile quando vengono agitati. Quelli che non lo sono sono o immaturi o eccessivamente disseccati.

Infine c‘è la palma areca, che produce un frutto altamente cancerogeno. Quando consumato, questo frutto può causare un battito cardiaco accelerato e ipertensione. Il consumo regolare è legato al cancro della bocca e della gola. Chiunque abbia intenzione di maneggiare i semi o i frutti di queste tre specie di palme dovrebbe indossare indumenti protettivi.

La maggior parte dei semi di palma richiede un ammollo in acqua per ammorbidire (fermentare) prima la parete carnosa del frutto (Figura 6). L‘acqua dovrebbe essere cambiata ogni giorno, se possibile. I frutti sono pronti per la lavorazione quando il mesocarpo cede facilmente alla pressione delle dita. I frutti vengono quindi posti in una macchina per la pulizia dei semi commerciale che abrade il mesocarpo fermentato intorno al seme. La polpa viene lavata dalla camera di pulizia e raccolta sotto. Una piccola betoniera parzialmente riempita con sabbia grossolana o ghiaia funziona abbastanza bene (Figura 7). In entrambi i casi, l‘acqua risciacqua continuamente i semi mentre le macchine funzionano. I frutti di palma duri o molto fibrosi possono essere puliti mescolando i frutti con ghiaia o roccia e calpestandoli ripetutamente. Allo stesso modo, alcune specie di palma con semi molto duri sono state pulite guidando un camion o un altro veicolo su sacchi di tela dei frutti ammorbiditi. I semi puliti devono essere asciugati all‘aria per un giorno o due prima di essere conservati.

Quando i contenitori e il terreno di semina sono pronti, disponi i semi sulla superficie e, prima di coprirli, spolvera con un insetticida commerciale. Seppellire i semi nel mezzo a una profondità della metà del diametro del seme e poi coprire tutto con cenere finemente vagliata (granulometria 3-6 mm), abbastanza spessa da non essere lavata via durante l‘irrigazione. Questo condimento si asciuga rapidamente e scoraggia il muschio che cresce sulla torba. La sabbia o la roccia finemente frantumata funzionerebbero altrettanto bene. Al termine della semina, posizionare i contenitori su panchine pulite, a 60-90 cm dal suolo. Assicurati di etichettare i tuoi contenitori con un pennarello impermeabile e resistente allo sbiadimento.

Se si deve lavorare solo un piccolo numero di semi, è possibile pulirli a mano, utilizzando un coltello per asportare il tessuto del frutto. Per grandi quantità è consigliabile la pulizia della macchina. Le specie (areca, per esempio) che hanno pareti dei frutti relativamente sottili possono essere pulite facilmente strofinando i semi su una rete a maglie robuste e larghe mentre si risciacqua con un tubo per rimuovere il mesocarpo, o strofinando a mano la parete del frutto in un secchio d‘acqua e risciacquo.

I lavori di emergenza, come il taglio di rami danneggiati durante un temporale, costeranno molto di più della manutenzione ordinaria. Pagherai anche di più per far tagliare un albero se l‘arboricoltore che assumi deve viaggiare al di fuori della sua solita area di servizio.

L‘IAA endogeno nei semi di palma da olio non è stato ovviamente influenzato dal trattamento termico. Sebbene l‘IAA sia aumentata rapidamente insieme alla germinazione a partire da 70 giorni (Fig. 6), potrebbe derivare dalla crescita vigorosa degli embrioni germinati, poiché l‘auxina è coinvolta in quasi tutti gli aspetti dello sviluppo delle piante, compresi gli sviluppi di germogli e radici [14]. Tuttavia, l‘IAA esogeno potrebbe inibire la germinazione dei semi. Uno studio precedente ha mostrato che l‘IAA esogena potrebbe ritardare la germinazione dei semi come complemento dell‘ABA nella germinazione pre-raccolta del grano [32]. Allo stesso modo, studi precedenti su Arabidopsis hanno riportato che l‘auxina esogena potrebbe aumentare l‘inibizione della germinazione dei semi da parte dell‘ABA, ma non può inibire la germinazione dei semi in assenza di ABA [5, 33, 34]. Pertanto, l‘IAA endogeno nei semi di palma da olio potrebbe non essere influenzato dal trattamento termico mentre l‘IAA esogeno potrebbe inibire la germinazione dei semi.

Questa analisi ha fornito informazioni chiave sull‘evoluzione della palma da dattero domestica e mette in evidenza ancora una volta l‘impatto che l‘ibridazione interspecifica gioca nell‘evoluzione delle specie coltivate addomesticate (30). Dimostra anche il ruolo che le trasformazioni geopolitiche giocano nell‘evoluzione delle colture; in questo caso, osserviamo cambiamenti nella composizione genetica delle piante di palma da datteri che probabilmente sono sorti quando diversi imperi e popoli hanno preso il controllo del Levante meridionale, forse facilitando il movimento di colture e altri organismi. Ciò che osserviamo in questa regione può informare la nostra comprensione delle dinamiche della diffusione geografica post-addomesticazione delle specie coltivate e dei ruoli che la migrazione umana e l‘espansione coloniale / imperiale svolgono nel plasmare le traiettorie evolutive delle specie.

La germinazione dei semi è cruciale per la propagazione delle piantine e la produzione agricola [4, 5, 6]. I semi di palma da olio sono difficili da germinare a causa della dormienza dei semi e la germinazione è molto lenta in condizioni naturali. Il trattamento termico è un metodo efficace per interrompere la dormienza per una rapida germinazione [7, 8, 9, 10].